Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
  • inserzioni
    10
  • commenti
    38
  • visualizzati
    251

Riflessioni sul QUI ed ORA (era ora...

Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
daglator

77 visualizzazioni

...che tornassi ad utilizzare il blog ).

Dicevo, dopo qualche minuto passato a bestemmiare smadonnare maledire riflettere sul fatto che non ricordassi più come inserire un nuovo messaggio sul blog (:banghead: ), ho deciso di tornare ad utilizzare questo strumento (mi auguro ) molto più di quanto non abbia fatto fino ad ora.

Molti pensieri si susseguono in rapida successione nella mia testa, il desiderio di metterli per iscritto inizia a fare capolino fra i vari impegni e la voglia di dormire.

Detto fatto.

QUI, in casa mia, me ne vado a letto ORA.

Cominciamo bene. :lol:


Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0


7 Commenti


Laconico:lol:

beh l'importante e' cominciare, se poi lo fai con lo spirito giusto vedrai che riempirai pagine e pagine di blog. ad esempio potresti comincaire a mettere qualche foto del concerto dei Judas(nel caso tu le abbia fatte)

(si', mi sono legato al dito il fatto di non esserci andato)

Condividi questo commento


Link al commento

ti sei legato al dito il fatto di non essere andato al concerto dei judas?

E cosa dovrei dire io che i Judas Priest li ho visti dal vivo a Firenze nel 1988? :rolleyes::lol:

Condividi questo commento


Link al commento

No, di foto non ne ho fatte, ma ecco un interessante spunto di riflessione: fino a qualche anno fa, quando andavi ad un concerto Metal, ti beccavi un sacco di fumo (di nicotina e di canna ) e qualche accendino acceso durante le ballad. E quei pochi(ssimi ) che riuscivano ad eludere la sorveglianza e ad introdurre una macchina fotografica si fregiavano della gloria di essere riusciti ad immortalare fugacemente i propri idoli.

Al concerto dei Judas ero quasi più abbagliato dalle luci di IPhone, Nokia, Samsung, palmari e fotocamere che da quelle dei riflettori, e molti "metallari" preferivano rimanere impalati a scattare/filmare il palco al posto di dimenarsi/pogare, o semplicemente di seguire il ritmo.

Boh.

Condividi questo commento


Link al commento

La gente ha paura di non aver vissuto se non si può rivedere o non può rivedere le esperienze fatte. Inoltre c'è la psicosi del "se non ho foto/video non mi credono".

Ormai la gente ha bisogno di prove per avere le prove di aver vissuto.

Condividi questo commento


Link al commento

@Merin: invidia!

io non mi porto mai la macchina fotografica, primo perche' non ci sono le condizioni per fare delle fotografie decenti, secondo perche' come mio solito, finirei per romperla/preoccuparmi troppo di danneggiarla.

A me basta solo conservare il biglietto per poter ricordare l'evento a cui ho partecipato.

Tra l'altro in piu' di un'occasione ho visto(non ultimo il concerto diLigabue..si' ci sono andato, ci ho portato la morosa) che quelli della sicurezza usano puntare delle torce sul pubblico,per rovinare gli scatti.

Condividi questo commento


Link al commento

Io non faccio mai foto, a volte me ne sono pentito ma so che nulla potrebbe sostituire un approccio particolare che ho nei confronti della vita: preferisco viverla che fotografarla, sarò in controtendenza ma è così. ;-)

Condividi questo commento


Link al commento

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account e registrati nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora