Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
  • inserzioni
    17
  • commenti
    60
  • visualizzati
    294

Tarqad- nani talpa d'assalto

Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
Gideon Rowhan

71 visualizzazioni

Tarqad

Tarklan.jpg

Molte leggende raccontano che uno dei primi clan nanici si distinse per blasfemia, avidità e violenza,

i tarquad sarebbero i disendenti di quel clan, condannati in eterno ad essere delle talpe mannare, infatti la licantropia è divenuta endemica.

Aspetto fisico

I tarqad hanno un'altezza ed una corporatura molto simili a quelle dei nani.

Secondo le leggende essi

la testa dei tarqad è simile a quella delle talpe, hanno uno stretto muso, ricoperto di numerose vibrisse ai lati, che termina con un naso sensibilissimo, gli occhi sono molto piccoli, infatti i tarqad sono quasi ciechi, anche le orecchie sono piccole, nascoste dal folto pelo, ma abbastanza sensibili da percepire le minime vibrazioni.

Il loro muscoloso corpo è ricoperto da una folta e corta pelliccia scura, che sembra quasi velluto, sulla schiena e sul dorso delle braccia hanno delle escrescenze coriacee che possono muovere per facilitare il movimento nelle gallerie scavate, anche le braccia si sono evolute per scavare, sono molto lunghe, le mani, sproporzionate, hanno sei corte dita che terminano con lunghi artigli capaci di scalfire la roccia, nonstante la loro forma questi arti sono estremamente sensibili e precisi, ed i tarqad li potrebbero usare perfino come bisturi.

Ambiente e comportamento

Questa razza vive e costuisce i suoi insediamenti nel sottosuolo, sono abili nel lavorare il metallo e nel costruire meccanismi, molto più dei nani,

con i quali spesso si scontrano per il predominio sul territorio e l'acquisizione delle risorse, odiano questo popolo perchè sono l'immagine di quello che sono stati in passato, quindi queste creature preferiscono restare in forma ibrida, solo per intrufolarsi come spie nelle mniere naniche prendono la forma umanoide.

Nonostante la rivalità alcuni clan nanici li assoldano come spie mercenarie.

I Tarqad sono la razza più aggressiva tra gli uomini talpa, sono avidi di ricchezze ed invidiano le civiltà di superficie. Una città che venga attaccata da queste creature non ha scampo.

I tarqad portano gli assalti direttamente al cuore degli insediamenti facendo emergere le loro cittadelle di terre, detriti e fango dal sottosuolo,

solo l'acqua li può fermare.

Infatti questi uomini talpa usano equipaggiamenti da guerra molto pesanti, come armature di metallo che ricoprono tutto il corpo, che li rendono macchine da guerra inarrestabili ma anche piuttosto goffe, essi non resistono all'impeto delle acque.


Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0


2 Commenti


Uhm ... un'interessante elite bellica ... forse un po' troppo simile ad un Grimlock come idea, ma senza dubbio con molto più stile e poi il freppi la vuole concedere a Mastro Gid, che attualmente è in fissa con gli animali (uomini talpa, uomini lumaca, uomini stercoraro, etc. ... ).

DOMANDA: come fanno i Tarklan ad essere più abili dei nani a lavorare i metalli e costruire meccanismi? I loro artigli affilati non dovrebbero consentire loro tutta questa manualità! Inoltre non si può essere più bravi dei nani in tutto ... si potrebbero offendere! ^^"

P.S.

Vaglielo a dire ad un nano che che le talpe sono imparentate con loro ... ma portati una cungiconchiglia in adamantio e, se ti va di lusso, ti utilizzerà come porta martello!

P.P.S.

Il freppi ti lascia una bottiglia d'acqua sul comodino, vicino al lume, perchè sa che di notte ti piace alzarti e sorseggiarla avidamente ... 'nottola! ^^

Condividi questo commento


Link al commento

lol....attento che magari ti alzi tu per andare a bere ed io da un angolo oscuro ti faccio...booh!!!

beh avevo pensato all'abilità superiore vedendo alcuni "robot" di oggi usati per i lavori di precisione, mi immagino le loro unghie come sottili e molto sensibili....poi sarebbe divertente vederli con degli occhialoni dalle lenti spesse e multiple, piegati su degli ingranaggi a lavorare come orologiai:-p

Condividi questo commento


Link al commento

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account e registrati nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.


Accedi ora