Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0
  • inserzioni
    9
  • commenti
    48
  • visualizzati
    252

Riguardo a questo blog

Inserzioni in questo blog

Subumloc

E' da un po' di tempo che sento parlare di un progetto che sta girando nei canali "antipolitici" italiani per "boicottare le elezioni 2008". Fino ad oggi ne avevo sentito parlare da amici, ma purtroppo oggi mi è capitato di sentire Fiorello che, a Radio 2, promuoveva questa cosa. Con una breve ricerca ho trovato il testo di questo appello:

METODO LEGALE PER SABOTARE LE ELEZIONI!

INTASIAMO I SEGGI CON UN METODO INFALLIBILE!!

A TUTTI QUELLI CHE VOGLIONO VOTARE SCHEDA NULLA O BIANCA PERCHÈ NON RAPPRESENTATI DA NESSUNO:

Così facendo, in realtà, favorirete il partito con più voti.

INFATTI (vedere REGOLAMENTI PER IL CALCOLO DEL PREMIO DI MAGGIOTRANZA!!) anche i voti bianchi o nulli entrano nel calcolo del premio di maggioranza, favorendo, indirettamente chi ha preso più voti.

ABBIAMO UNA ARMA LEGALE E LETALE CONTRO QUESTA LEGGE INFAME!

ECCO I RIFERIMENTI LEGALI!

Tutto si basa su un'uso "PUNTIGLIOSO" della legge:

D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 - Art. 104

....OMISSIS

Il segretario dell'Ufficio elettorale che rifiuta di inserire nel processo verbale o di allegarvi proteste o reclami di elettori è punito con la

reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa sino a lire 4.000.000.

....OMISSIS)

Illustro nei dettagli il sistema DA USARE, che è già stato indicato da altri:

1) ANDARE A VOTARE, PRESENTARSI CON I DOCUMENTI + TESSERA ELETTORALE E FARSI VIDIMARE LA SCHEDA

2) ESERCITARE IL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA (DOPO VIDIMATA), dicendo: "Rifiuto la scheda per protesta, e chiedo che sia verbalizzato!"

3) PRETENDERE CHE VENGA VERBALIZZATO IL RIFIUTO DELLA SCHEDA

4) ESERCITARE IL PROPRIO DIRITTO DI AGGIUGERE, IN CALCE AL VERBALE, UN COMMENTO CHE GIUSTIFICHI IL RIFIUTO (ad esempio, ma

ognuno decida il suo motivo: "Nessuno dei politici inseriti nelle liste mi rappresenta")(D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 - Art. 104, GIÀ citato)

COSì FACENDO NON VOTERETE, ED EVITERETE CHE IL VOTO,NULLO O BIANCO, SIA CONTEGGIATO COME QUOTA PREMIO PER IL PARTITO CON PIù VOTI!!

Se facciamo così in tanti INTASEREMO I SEGGI, E L'INFORMAZIONE SERVA DOVRÀ PARLARNE!

Questa è la PRIMA AZIONE LEGALE e DI PROTESTA CONTRO L'INFAME LEGGE ELETTORALE!!!

Non cercate scuse: facciamo così e diamo il primo calcio nelle palle al sistema!

FORZA!

Ora, non voglio entrare nel merito del voto o non voto, o della validità delle elezioni o dei partiti italiani, perché è certo che queste sono questioni personali (anche se devo ammettere che mi spaventano certe derive anarcoidi di alcuni di questi gruppi anti-voto).

Quello che vorrei sottolineare è che la procedura qui sopra descritta è assolutamente inutile, e si basa su un paio di affermazioni sbagliate.

Il premio di maggioranza si basa sul calcolo dei voti validi, che pertanto esclude dal conteggio le schede bianche e le schede nulle. Per cui, non è vero che "le schede bianche e nulle vanno a favore dei premi di maggioranza".

Un altro passaggionon molto chiaro è quello sulle "schede vidimate", visto che le schede vengono autenticate durante le operazioni di istituzione del seggio (quindi non al momento della consegna) e vidimate durante lo spoglio, nel caso non siano valide. Quindi non c'è nessuna vidimazione della scheda al momento della consegna. Attenzione: se voi siete entrati al seggo, e vi siete fatti riconoscere (dopo la consegna della tessera elettorale e del documento di identità) siete tenuti a votare, o a farvi annullare la scheda.

A parte questo, il riferimento alla legge citata è effettivamente vero, ed eventuali proteste e reclami devono essere messi a verbale. Al momento, mi manca un riferimento sulla legittimità di tali reclami (che sono coperti nel caso si riferiscano allo svolgimento delle operazioni di voto, ma non saprei se lo stesso si possa dire per questioni più generali, come quelle indicate nell'appello).

In sintesi, se voi desiderate esprimere il vostro dissenso come indicato in questo appello, sappiate che otterrete uno degli scopi prefissi: quello di "intasare i seggi elettorali". Sappiate anche, però, che dal punto di vista del voto avreste potuto ottenere lo stesso risultato consegnando una scheda bianca o nulla, con il beneficio che in questo secondo caso:

- non intralcereste le operazioni di voto per gli altri elettori;

- evitereste di aggiungere un'ulteriore difficoltà alle già delicate operazioni di scrutinio dei voti;

- evitereste il possibile coinvolgimento penale per tutti i coinvolti, compresi voi stessi (nel caso il Presidente ritenga che state impedendo le normali funzioni di svolgimento del voto e convochi le forze dell'ordine).

Per quanto basse possano essere le vostre opinioni sul voto e sulla politica italiana, ricordate che le persone coinvolte nelle operazioni elettorali sono investite da una grande responsabilità.

Per cui, siete liberi di votare chi volete, non votare, dare un voto nullo e quant'altro. Però, diffidate da questi appelli il cui unico scopo è quello di far perdere tempo alla gente.

RI-RETTIFICA: Torno alla versione originale - ho controllato la segnalazione di Chiavix ed effettivamente il sito del Governo ha aggiornato la sua versione.

Subumloc

Quanta Edizione?

Sono diventato matto a cercare qualche dato su Internet, ma alla fine ce l'ho fatta: una classifica credibile dei GdR (o meglio delle linee editoriali) più vendute. I dati sono abbastanza aggiornati (fine 2007), sicuramente parziali (sono basati sulle vendite di un certo numero di negozi USA, ma penso che le figure siano compatibili), e molto interessanti.

1 Dungeons & Dragons - Wizards of the Coast (4 edizioni - 1974)

2 World of Darkness - White Wolf (2 edizioni, 1991)

3 Shadowrun - Fantasy Productions (4 edizioni, 1989)

4 Iron Kingdoms - Privateer Press (2004)

5 Spycraft - Alderac (2 edizioni, 2002)

6 GURPS - Steve Jackson (4 edizioni, 1986)

7 d20 Modern - Wizards of the Coast (2002)

8 Serenity - MWP (2005)

9 Palladium Fantasy - Palladium (2 edizioni, 1983)

10 Dungeon Crawl Classics - Goodman Games (avventure per D&D)

11 Call of Cthulhu - Chaosium (6 edizioni, 1981)

12 Exalted - White Wolf (2 edizioni, 2001)

13 Rifts - Palladium (1990)

14 Castles & Crusades - Troll Lord (2004)

15 Mutants & Masterminds - Green Ronin (2 edizioni, 2002)

16 Star Wars d20 - Wizards of the Coast (2 edizioni, 2000)

17 Heroes Unlimited - Palladium (2 edizioni, 1984)

18 Aces & Eights - Kenzer (2007)

19 Hero System 5th ed. - Hero (5 edizioni, 1989)

20 Pirates of the Spanish Main - Pinnacle (2007)

Tra parentesi il numero di edizioni e l'anno della prima edizione, escludendo le revisioni.

Alcune osservazioni:

- Escluse alcune novità molto recenti, tutti i giochi "importanti" hanno avuto qualche cambio di edizione. Fa eccezione la Palladium, che tuttavia nel corso degli anni ha pubblicato diverse revisioni per tutti i suoi giochi.

- Alcuni giochi sono arrivati oltre la 4a edizione, pur essendo usciti dopo D&D.

- Il d20 domina la classifica, anche nelle sue forme più "giovani" (ovvero M&M e Spycraft, gioco che da noi è praticamente sconosciuto) che però hanno avuto entrambe una seconda edizione.

La cosa divertente è che tutte le ultime edizioni dei giochi "vecchi", dopo una ricerca in rete, si propongono la stessa cosa (simplify and streamline most areas of play and character creation) e più o meno hanno avuto le stesse reazioni (this isn't the same game any more!) :-p

Subumloc

Potter Wars

Guerre Stellari Harry Potter e la Pietra Filosofale; riassunto

Luke Skywalker Harry Potter è un orfano che vive con i suoi zii nelle lontane desolazioni di Tatooine Little Whinging.

Viene salvato dagli alieni babbani dal saggio e barbuto Ben Kenobi Hagrid, che si rivela essere un Cavaliere Jedi mago.

Ben Hagrid rivela a Luke Harry che il padre di Luke Harry era anche lui un Cavaliere Jedi mago, e che era il miglior pilota giocatore di Quidditch che avesse mai visto.

A Luke Harry viene insegnato come utilizzare la spada laser bacchetta, mentre viene addestrato per diventare un Jedi mago.

Luke Harry vive molte avventure nella galassia Scuola di Hogwarts e conosce nuovi amici, come Ian Solo Ron e la Principessa Leila Hermione.

Nel corso di queste avventure si distingue come miglior pilota di X-Wing Cercatore durante la battaglia della Morte Nera partita di Quidditch, mettendo a segno il colpo la cattura del Boccino che assicura ai Ribelli Grifondoro la vittoria contro le forze del male (Serpeverde).

Luke Harry ha a che fare anche con la minaccia di Lord Fener Voldemort.

Nel finale, Luke Harry e i suoi amici ricevono medaglie al valore la Coppa delle Case.

La colonna sonora è composta da John Williams.

Subumloc

Fianlmente sono riuscito a trovare il tempo di prendere in mano questo libro. E un po' me ne sono pentito.

Intendiamoci, il libro in sé è bello, coinvolge e si fa leggere in fretta, anche se in certi punti è un po' debole. Il problema è che come conclusione della serie è un disastro.

Non voglio fare il "fanboy" su Harry Potter (quello lo faccio solo per D&D :mrgreen:). Però mi aspetto, da una scrittrice che ha fatto una barca di soldi e che si erge a salvatrice della cultura infantile, un po' di rispetto per i suoi lettori e le aspettative che si sono fatti.

Il clima che si respira ne "I Doni della Morte" è "il libro è mio e ci faccio quello che voglio". Così, improvvisamente, Piton che è stato un fetente per sei libri e mezzo diventa l'uomo più coraggioso del mondo. D'altro canto, scopriamo che Silente, che ha sempre rappresentato una figura paterna, di guida e di bussola morale, in realtà fin dall'inizio ha complottato per ottenere i suoi scopi, al punto di passare un intero capitolo a scusarsi con Harry per le sue azioni! Capisco che i personaggi non siano statici, che si evolvano nel corso della storia, ma questi cambiamenti di prospettiva sembrano così fini a sé stessi...

Quanto al punto focale del libro, lo scontro tra Harry e Voldemort... bah. In questo Libro Voldemort rivela la sua natura di cattivo da fumetti, e passa metà dello scontro a monologare la sua superiorità su Harry, per poi finire ucciso da un suo incantesimo rimbalzato (e così Harry non ha dovuto sporcarsi le mani). Harry vince, perchè al contrario di Voldemort è disposto a sacrificare sé stesso e sa amare... poco importa che da Calice di Fuoco in poi non abbia fatto altro che covare risentimento per tutti prima o poi...

Il libro soffre anche di trovarsi a metà tra un libro per bambini e un libro per ragazzi. La vicenda, sia quella visibile che quella sullo sfondo, è drammatica, e la Rowling se la cava bene a rendere l'idea di quello che succede. Peccato che di tanto in tanto ci infili delle scenette di intermezzo che richiamano il clima scanzonato dei primi libri, quelli più "per bambini", che vorrebbero spezzare la tensione ma in realtà ci azzeccano poco...

Insomma, in conclusione: se avete letto Harry Potter dall'inizio, leggete questo libro. E' il finale che avete aspettato per tanto tempo. Poi chiudete il libro, scuotete la testa, mettetelo vicino agli altri e andate a leggere qualcos'altro (magari questo) ;-)

Subumloc

4vvenire

LE COSE CHE NON VANNO DELLA 4a EDIZIONE, secondo gli utenti delle boards Wizards:

- Assomiglia troppo alla 3.5

- Assomiglia troppo a AD&D

- Troppo diversa dalla 3.5

- Troppo diversa da AD&D

- Le meccaniche facili da capire e da gestire significano che io, come DM/giocatore, sono costretto a concentrarmi sulle regole e non sul gioco di ruolo.

- La 4e cerca di coinvolgere gente nuova che non ha mai giocato. Come osa una compagnia che produce un gioco cercare di espandere la sua clientela, o per lo meno mantenerla stabile con il passare del tempo?

- La WotC è una compagnia, per cui cerca di vendere cose per soldi invece di darle via gratis.

- Le ambientazioni che erano già state abbandonate nella 3.5 ora saranno *davvero* abbandonate.

- I guerrieri ora possono fare cose diverse da "passo di 1,5 m, attacco completo". Chi ha mai voluto tanta varietà? La monotonia era divertente!

- Stanno cercando di coivolgere le ragazze nel gioco. *RAGAZZE!* Inconcepibile!

- La 4e significa che non avrò mai il mio Manuale del Perfetto Cane da Galoppo 3.5

- Elementi casuali che non hanno nulla a che fare con gli Anime o i MMO stanno trasformando il gioco in WoW per il piacere dei gavanelli amanti dei manga e giocatori di MMO.

- Il gioco può essere giocato da un undicenne! Quando ho iniziato a giocare io, l'età minima per capire le regole era almeno 12 anni.

- Il fatto che Dragon e Dungeon siano stati spostati online significa che sarò costretto a usare Internet per giocare. Proprio come una volta ero costretto ad abbonarmi alle riviste cartacee.

- Troppa gente stupida gioca a D&D adesso. Ai miei tempi, per giocare bisognava passare il test del QI.

(liberamente tradotto da un post di yrogerg)

Subumloc

Dungeons&Regrets

E così, il mio DM "storico" ha deciso ancora una volta di ritirarsi dal mondo del GdR, per mancanza di (suo) interesse.

Con lui avevo iniziato a giocare di ruolo, all'epoca di AD&D; per anni, prima di conoscere la gente di Dragons' Lair, è stato il mio unico vero master, per circa 5 campagne. L'ultima, 3.5, è iniziata nei Reami, è stata sospesa (per motivazioni simili), e recentemente ripresa dopo lunghe insistenze di noi giocatori. Questo nuovo corso è durato per più o meno 4 sessioni, e infine l'abbandono definitivo - definitivo perché anche noi ci siamo stancati del tira-e-molla.

Di queste 5 campagne, le prime 4 sono finite in TPK (total party kill) al 5° livello. L'ultima era arrivata verso il 9°, prima di precipitare.

Lascio ad un altro momento le mie riflessioni sullo svolgimento di queste campagne, e su che tipo di DM e di giocatore sono diventato grazie a (o per colpa di) esse.

Quello che mi ha colpito, è che questa era l'ultima campagna attiva da PG che mi rimaneva, avendo io abbandonato nel tempo le altre per svariati motivi, soprattutto per dedicarmi agli studi.

Andata anche questa, ormai le mie possibilità di giocare ancora a D&D con le regole della 3.5 sono molto poche, praticamente nulle. Però i PG che vorrei giocare sono ancora tanti...

LE COSE CHE NON SONO RIUSCITO A FARE IN 3.5 MA AVREI VOLUTO:

- Un PG licantropo

- Un PG master of many forms

- Un PG troll picchiatore

- Un PG illusionista/maestro delle ombre (sarebbe stato l'unico gnomo tollerabile)

- Un PG barbaro goliath

- Un PG difensore nanico costruito partendo dal monaco che con le varianti dovrebbe venire una figata

- Un PG nano wu-jen del metallo (anche se fare un wu-jen è impossibile)

- Un PG thri-kreen combattente psichico

- Provare il Book of 9 Swords

- Usare approfonditamente Magic of Incarnum

- Finire una campagna in un modo diverso dalla morte a caso

Un altro piccolo rimpianto è che la campagna che masterizzavo, pur essendo partita molto bene, è finita anch'essa nel dimenticatoio per calo di interesse generale... uno può essere il DM più bravo del mondo, ma se i PG vengono a sessione con la radiolina per sentire i risultati della partita, probabilmente erano poco coinvolti in partenza ;-)

In ogni caso, ormai D&D aspetterà che esca la 4a edizione, salvo one-shot dell'ultimo minuto... adesso è ora di Shadowrun!

Subumloc

Lo sapevate che...

Oggi, 18 ottobre, è:

- L'Alaska Day, che celebra l'annessione dell'Alaska agli USA (nel 1867, comprata per 7,2 milioni di dollari dalla russia);

- Il giorno della melanzana o del peperoncino - a seconda dell'anno - nel mese di Vendemmiaio secondo il calendario rivoluzionario francese (ogni giorno aveva il nome di una pianta o animale);

- Il giorno della Quarta Battaglia di Kawanakajima (1561), in cui Takeda Shingen sconfisse Uesugi Kenshin (non ho idea di chi siano);

- L'anniversario dell'invasione della Cecoslovacchia da parte dll'Unione Sovietica (1944);

- Il giorno in cui venne annunciata la prima radio a transistor (1954);

- Il giorno di nascita di Giovan Battista Marino (poeta barocco), Ramiz Alia (leader dell'Albania comunista dopo Hoxha), Chuck Berry (you never can tell!), Lee Harvey Oswald (quello che ha ucciso Kennedy), Peter Boyle (il mostro di Frankenstein Junior) Jean-Claude Van Damme e Zac Efron (quello di High School Musical);

- il giorno in cui sono morti Antonio Meucci, Thomas Edison e Charles Gounod.

Già che ci sono, ringrazio tutti quelli che si sono ricordati del mio compleanno... e a quellic he non si sono ricordati dico di non preoccuparsi, che tanto ho semsso di invecchiare nel 2002 ;-)

Subumloc

Subliminale

Come volevasi dimostrare, questo blog non si vedrà aggiornato molto spesso... porello, non mi ha fatto niente, sono io che un po' sono pigro, un po' ho mille cose da fare (non è una contraddizione di termini, più che altro è una scusa).

Cooooomunque (diceva Micah quando era ancora Franklin) ho smaltito un po' dei miei impegni universitari, e adesso posso dedicarmi a un po' di cosine mie... tipo le trecento cose per la D'L, recuperare un po' di rapporti umani, la tesi... ma se non altro ho tempo di farlo secondo i MIEI ritmi, almeno finché non mi troverò (di nuovo) con l'acqua alla gola per i termini di consegna. Ok, per oggi basta parlare di me (che non interessa a nessuno, veniamo alla pillola di sub-cultura.

Sapete chi è Mary Sue? E' una convenzione per indicare un certo tipo di personaggio delle fanfic, solitamente femminile (ma non sempre), che in realtà è una trasposizione letteraria dell'autore, e che si dimostra nettamente superiore a tutti gli altri personaggi (compresi quelli canon), risolve problemi, non ha difetti, e spesso ha un coinvolgimento romanico con il/la protagonista. Insomma, un'affermazione dell'egocentrismo di chi scrive ;-)

A parte che mi ha sempre affascinato, questa cosa delle fanfic, la cosa interessante è che lo stesso tipo di ragionamento si applica ai PG dei GdR... siete una Mary Sue se il personaggio si chiama come voi (più o meno), è fisicamente uguale a voi oppure ha delle caratteristiche fisiche uniche per la sua razza, e da BG ha già ucciso il Re dei Draghi anche se è al 1° livello, è un vampiro immune alla luce del sole, o amenità simili. Insomma, ragazzi, un po' di inventiva, su...

Subumloc

Subculture

In sociologia e in antropologia una subcultura è un termine usato per riferirsi a un gruppo di persone o ad un determinato segmento sociale che si differenzia da una più larga cultura di cui fa parte per stili di vita, credenze e/o visione del mondo. Una subcultura può accomunare un insieme di persone con caratteristiche simili come per esempio l'età, l'etnia, la classe sociale o il credo religioso o politico. Ogni subcultura è espressione di particolari conoscenze, pratiche o preferenze (estetiche, religiose, politiche, sessuali, ecc.) e a volte è definita nell'ambito di una classe sociale, di una minoranza (linguistica, etnica, politica, religiosa) o di un'organizzazione. Le subculture sono spesso definite in contrapposizione ai valori delle culture più grandi in cui sono come immerse, sebbene su ciò non tutti i sociologi siano d'accordo.

Eccomi qua, ad approfittare dello spazio della Dragons' Lair per fare un po' di sub-cultura. :cool:

Non sono un grande amante dei blog, e tendo a scriverci su poco, ma colgo l'occasione per sbarazzarmi di vecchi messaggi molto strumentalizzati lasciati qua e là nel Webspace e ricominciare da zero...

messaggio psrogrammatico: userò questo blog per le idee sparse che ogni tanto mi vengono, i rant, e tutto quello che non scriverei nel forum... e per dare un volto umano a questa macchina di moderazione ;-)

A presto

Tiziano

Accedi per seguirlo  
Che mi seguono 0